Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Le info sulla tua navigazione sono condivise con queste terze parti. Navigando nel nostro sito accetti l'uso dei cookie.

Inaugurazione mostra

Care amiche e cari amici, vogliamo comunicarvi l’inizio di qualcosa di nuovo e diverso per il nostro ristorante. Da sempre diamo molta importanza all’arte, sia negli spazi del nostro locale che nelle nostre vite quotidiane. Crediamo fermamente che dalla collaborazione tra le diverse sfere artistiche si possano ottenere risultati molto interessanti e per questo abbiamo deciso di iniziare ad ospitare una serie di esposizioni artistiche proprio qui, all’Umplug. Sulle pareti del nostro locale si alterneranno dipinti, stampe digitali, serigrafie e incisioni realizzate dai più promettenti artisti del panorama piemontese e non.

Speriamo che questi nuovi appuntamenti possano arricchire le vostre esperienze nel nostro ristorante e perché no, permettervi di conoscere meglio una realtà, quella dei giovani artisti, che non sempre riesce ad avere la visibilità che meriterebbe.

 

Questo post vuole dunque essere un invito ufficiale all’inaugurazione che si terrà all’Umplug venerdì 8 Novembre dalle 18,30. Sarà un momento di scambio che ci darà anche modo di conoscere gli artisti che saranno presenti per mostrare i propri lavori e per rispondere alle vostre eventuali domande. Per l’occasione sarà nostro piacere offrirvi un aperitivo con i nostri ottimi prodotti e poi chi lo vorrà potrà rimanere con noi per una cena in compagnia.

 

I primi artisti ad esporre nei nostri spazi in realtà sono molto più di una semplice promessa, in quanto sono presenti ormai da diversi anni nel panorama nazionale ed internazionale, con all’attivo numerose mostre, fiere artistiche e riconoscimenti in Italia ed Europa. Stiamo parlando del collettivo EBLTZ, composto da Elisa Baldissera e Luigi Leto, entrambi nati a Torino nel 1984. Nel 2012 iniziano a lavorare insieme, partecipando a diverse mostre collettive e personali e vincendo numerosi riconoscimenti. Elisa e Luigi lavorano insieme anche nella grafica e negli anni realizzano numerosi poster per eventi internazionali, per il cinema e per la musica.

Abbiamo avuto modo di fargli qualche domanda per conoscerli meglio:

 

Ragazzi, lavorate insieme da diversi anni. C’è stato qualche evento che vi ha fatto capire che era la strada giusta?

Nel 2013 il nostro primo lavoro insieme nella grafica è stato scelto come poster ufficiale di un grande festival in California, mentre nel 2014 la nostra prima fiera d'arte importante, The Others, a Torino, fu un vero successo inaspettato.

Quali sono state invece finora le vostre maggiori soddisfazioni?

Per quanto riguarda l'arte i concorsi e i premi vinti. Sono una piccola parte rispetto ai grandi sforzi per riuscire a emergere ma danno la spinta a continuare. Poi c’è il feedback del pubblico, che spesso ci dimostra che i nostri lavori riescono a comunicare con lo spettatore. 

Nella grafica invece sicuramente realizzare le copertine per dischi di artisti che stimiamo, la pubblicazione su riviste straniere, i premi internazionali.

Quando lavorate alle vostre opere? È un lavoro metodico o dipende dall’ispirazione del momento?

Spesso abbiamo le idee in momenti in cui non stiamo lavorando, poi ci pensiamo a lungo e le realizziamo lasciando poco spazio all'improvvisazione.

In altri casi capita di seguire il flusso creativo e sperimentare a costo di commettere degli errori, ma sempre imparando qualcosa.

Le vostre opere parlano di natura, ecologia, con riflessioni sulla condizione umana, ma sanno essere anche molto “pop”. Come conciliate queste due anime?

Le immagini che produciamo sono frutto di anni di esperienza, ora siamo dei grafici maturi e spesso la semplicità è la chiave per una migliore comprensione. è così che le nostre immagini diventano pop: uniamo pochi simboli che insieme hanno un significato più ampio.

Elisa, nei tuoi lavori si nota una certa fascinazione per il mondo marino...

L’acqua è la mia ossessione perché è l’elemento primordiale da cui tutto prende vita.

Luigi, da dove deriva la tua passione per il lettering?

È una passione che nasce per dare un tratto distintivo ai nostri lavori grafici. Certamente è un procedimento lungo, ma il risultato è un lavoro unico.

Avete anche una forte connessione con il mondo della musica...

Arte visiva e musica vanno insieme da sempre, c'è chi dipinge suoni, e chi suona colori.

Grazie ragazzi, ci vediamo all’Umplug!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Prenota un tavolo

Powered By Periscopio.biz